mercoledì 5 settembre 2018

5 places to visit in Gozo / 5 luoghi da visitare a Gozo.

Finalmente riesco a pubblicare il primo articolo sul mio viaggio a Gozo. Ci sto mettendo tanto tempo a scrivere questi post e a editare tutte le foto, ma ho tantissime cose da raccontarvi e consigliarvi, e voglio farlo al meglio! Su Instagram ho fatto un sondaggio per sapere quale articolo voleste leggere per primo ed è uscito fuori cosa visitare a Gozo, quindi partiamo con i consigli!;)

Finally I'm able to publish the first of my articles about my holiday in Gozo. I'm spending a lot of time writing these posts and editing all the photos, but I've so many thing to tell you and I want to do it as my best! On Instagram I did a survey to ask you which articles would you like to read before and you tell me what to visit in Gozo, so here you have it! :)


1. Il capoluogo Victoria (o Rabat) e la sua Cittadella / The main city Victoria (Rabat) and the Citadel

Noi abbiamo avuto la fortuna di soggiornare proprio a Victoria, il capoluogo (vi parlerò presto anche di questo aspetto), che va assolutamente visitato. Le stradine di Victoria sono adorabili e molto caratteristiche, soprattutto grazie ai tipici balconi e porte colorati. Ancora più emozionante è la Cittadella, la parte più antica della città, in cui una volta viveva praticamente l'intero popolo di Gozo, che si sentiva protetto dalle sue mura imponenti che dominano l'isola. La Cittadella è spettacolare ad ogni ora del giorno e vi consiglio di visitarla sia di giorno che di sera.

We stayed in Victoria (soon I'll talk to you about the accomodations) and we were so lucky because we loved it. Its little streets are so beautiful and characteristic, thanks to the colourful balconies and doors. Even more beautiful is the Citadel, the oldest part of the city, where the people of Gozo lived a lot of time ago, protected by its impressive walls which rule over the island. The Citadel is spectacular by day and by night so you should visit at least twice.






















2. I resti dell'Azure Window e Dwejra

Sicuramente molti di voi conosceranno questo luogo divenuto celebre grazie alla serie GOT (è dove è stato girato il matrimonio tra Daenerys e Khal Drogo), ma anche, purtroppo, per il fatto che la spettacolare finestra azzurra naturale è crollata a marzo 2017. Tuttavia, questa zona di Gozo offre uno dei panorami più particolari dell'isola, grazie alle scogliere a picco sul mare e la sua chiara terra brulla. Inoltre, vi si trova anche Dwejra Bay, una piccola baia con mare "interno" (il suo mare è separato dal resto da una grotta) che è stata uno dei nostri posti preferiti in tutta l'isola per la sua particolarità.

Cetainly many of you'll know this place because it was the location of the wedding between Daenerys and Khal Drogo, but also because unfourtunately the Azure Window collapsed in 2017. Anyway, this part of Gozo has one of the most peculiar landscapes in Gozo, thanks to its cliffs and the bright colour of the land. Moreover, you'll find Dwejra Bay, a small bay with an "inner" sea (thanks to the cave) which was one of our favourite place of the island.








3. Xlendi

Vi parlerò spesso di questa baia perché anche questa è tra i miei posti preferiti dell'isola. E' bella da vedere, ci si può fare il bagno, ci sono i migliori ristoranti di pesce dell'isola e da lì si ha una splendida vista del tramonto.

I'll talk about this place because it's one of my favourite place of the island. It's beautiful to visit, you can bath there, you can find the best fish restaurants of the island and you can see a wonderful sunset from there.











4. I templi di Gigantia e il mulino nella cittadina di Xaghra / Ggantija temples and Ta' Kola windmill in Xaghra 

Costruiti tra il 3500 e il 3000 a.C., i templi di Gigantia (chiamati così per la leggenda secondo cui solo dei giganti avrebbero potuto trasportare pietre tanto grandi) sono un complesso megalitico che testimonia l'antichità della civiltà a Gozo. Il loro museo è molto chiaro nelle spiegazioni ed interessante. Compresa nel prezzo c'è anche la visita al Mulino Ta' Kola, uno dei pochi mulini a vento superstiti della zona, dove sono stati mantenuti gli arredi dell'ultimo proprietario prima che diventasse un museo. Io adoro le ricostruzioni di case e ambienti interni d'epoca, quindi ho adorato la visita.

Built between 3500 and 3000 B.C, Ggantija temples (called like this for the legend that rocks like these could only be transported by giants) are one of the most important archaeological sites in Malta that testify how ancient is civilization in Gozo. The museum there is interesting and very well studied. You can also visit the Ta' Kola windmill, where they mantained the furniture of the last owner of the windmill. I love reconstructions of old buildings so I loved visiting that place.










5. Le saline / Salt pans

A mio parere, le saline a Gozo non sono tra le più spettacolari al mondo, ma siccome si trovano vicino ad altri luoghi di interesse, valgono sicuramente la passeggiata. Ne potete trovare diverse nell'isola, queste, in particolare, sono nella baia di Xwenji.

To be honest, salt pans in Gozo are not the most spectacular in the world, but as they're neer other places of interest, you should definitively visit one of them. You'll see that there are differnt around the island, these one in the post are at Xwenji bay.







giovedì 30 agosto 2018

Sicurezza per i tuoi viaggi.

Come chi mi segue da diverso tempo già saprà, io amo viaggiare, è una delle cose che più mi piace fare e che vorrei fare per il resto della mia vita. Tuttavia, quando prenoto un viaggio, soprattutto se con largo anticipo, ho sempre una sensazione di felicità mista ad un pizzico di angoscia. Subito mi iniziano a frullare in testa idee e preoccupazioni tra cui la classica "e se succedesse qualcosa e non riuscissi a partire?". Capita anche a voi? Annullare un viaggio è proprio una delle cose che più mi mettono ansia, perché oltre a dover rinunciare ad un'esperienza meravigliosa come quella di poter scoprire nuovi luoghi, si rischia di perdere somme di denaro importanti. Purtroppo a me è già successo, l'anno scorso ho dovuto annullare le mie vacanze per motivi personali e fortuna che avevo prenotato solo l'aereo, perché il rimborso è stato davvero minimo. Per questo motivo, quando si tratta di viaggi importanti e costosi, o comunque quando si ha il dubbio di non poter partire, il mio consiglio è di affidarsi ad un'agenzia di assicurazioni che come AIG proponga l'assicurazione annullamento viaggio. In questo modo si è tutelati in caso di annullamento, o interruzione, del viaggio e le spese del viaggio e del soggiorno vengono rimborsate. Sono d'accordo che quando si parte bisogna pensare positivo e tutti tendiamo a credere che "non possa succedere proprio a noi", ma ogni tanto un po' di prudenza in più non guasta! ;) A voi è mai capitato di dover annullare un viaggio? Come vi siete comportati?



lunedì 27 agosto 2018

Discovering creativity: Misstufi.

Eccomi tornata! :) Vi chiedo scusa per l'assenza, ma queste vacanze me lo sono volute davvero godere senza pensare ad altro, ma oggi ritorno con l'appuntamento del mese con la rubrica della creatività. La "signorina tu mi stufi" è la protagonista del post di oggi. Questo era uno dei nomignoli che la madre dava a Sara, la creativa di cui vi parlo oggi, che ha nominato il suo brand "Misstufi" proprio per questo motivo. Sara ha iniziato a lavorare nel campo della moda fin da quando era un'adolescente, ma quando si trovava nell'alta moda ha capito di voler costruire qualcosa di suo, una linea tutta sua, disegnata e realizzata da lei. L'ammiro molto perché dai suoi abiti si vede che fa questo mestiere con passione, realizzando solo quello che le piace e che anche lei indosserebbe, e questa è sicuramente una delle chiavi per fare bene il proprio lavoro.Questo lo si nota anche dal fatto che lei per prima sperimenta sulla propria pelle le proprie creazioni, le stoffe e la vestibilità. La sua personalità si può ritrovare anche in quei capi che realizza su misura. Proprio per questo suo modo di seguire le emozioni nel creare, Sara dice che non c'è migliore parola per descrivere il suo stile che "sentimento", un approccio molto bello e particolare secondo me. Sara adora particolarmente il momento della scelte dei tessuti, poter vedere e toccare il materiale su cui lavorerà, un'altra cosa da cui trae una grande ispirazione. Usa esclusivamente fibre naturali per realizzare le sue creazioni. Potete trovarla a Bologna nel suo laboratorio, dove riceve su appuntamento, mentre per vedere le sue creazioni potete usare sia Instagram, che Facebook, che Etsy. Spero che il suo estro vi colpisca quanto ha colpito me! ;) Nelle prossime foto potrete vedere Sara indossare i propri abiti, ma potete vedere anche foto tratte da shooting di cui lei è (giustamente) molto fiera.

I'm back! ;) Sorry for my absence, but these were the first holdays I did since a lot of time and I just wanted to relax. But today I'm back with "discovering creativity". Lady "mi stufi" (to get old in italian) is the protagonist of today's post. This was the pet name that Sara's mother gave her when she was a child, so she decided to call her brand "Misstufi". Sara began to work in the world of fashion since she was a teenager, but after working in the high fashion, she decided that she wanted to create something of her own. I admire her because you can feel her passion through her works, you can see that she creates something that she really like and that she would wear. In fact, she is the first to try her creations and she experiment on herself. Sara says that she creates following her feelings and this is her own style. She loves to choose the best fabrics for her clothes, and she takes inspiration from them. She only uses natural fibres. You can find Sara in her laboratory in Bologna and you can see her creations on Instagram, Facebook and Etsy. I hope you'll like her job as I do! ;)